Login with Facebook Login with Google

Una cerimonia del tè per un matrimonio all'Abbazia di San Galgano

Una cerimonia del tè per un matrimonio all'Abbazia di San Galgano

via

Tradizioni cinesi e paesaggi toscani: il matrimonio di Joanna e Ciaran è così affascinante! Dopo il rito civile in una location più maestose che io conosca, l'Abbazia di San Galgano, i due hanno onorato le origini della sposa con la cerimonia del tè, tipica dei matrimoni cinesi. Gli allestimenti elegantissimi e romantici realizzati da Elena Mainoldi Floral Designer e Glam Events hanno reso questo ricevimento per pochi intimi davvero indimenticabile. Grazie a Facibeni Fotografia per queste immagini!

Da Elena Mainoldi Floral Designer... Il filo conduttore di tutta la cerimonia è stata indubbiamente la Toscana in tutte le sue sfumature. Amanti dell'Italia, Joanna e Ciaran hanno scelto per il loro giorno più importante uno degli angoli più caratteristici e suggestivi della Toscana. Un luogo senza tempo come l'Abbazia di San Galgano è stato il palcoscenico della cerimonia dei ragazzi, con le sue atmosfere gotiche e la particolarità unica di un soffitto di cielo e nuvole hanno reso il tutto ancora più magico.

Io ed Ilaria di Glam Events in Tuscany abbiamo ideato e pensato ad un allestimento sobrio ed elegante. L'unica richiesta era l'utilizzo del rosa cipria che abbiamo abbinato all'avorio e al grigio, scegliendo come fiori rose, ortensie, astilbe ed eucalipto. La cerimonia intima (gli invitati al matrimonio erano 12), romantica e commovente ha dato il via a questa giornata favolosa.

Dopo la cerimonia gli sposi con una rombante Fiat 500 sono tornati alla villa, dove si sono concessi qualche attimo tra gli ulivi di Villa Podernovo per immortalare nei loro cuori questi attimi.
Joanna, di origine cinese, con un cambio d'abito ha indossato dei capi tipici della sua terra e insieme a Ciaran ha proposto la cerimonia del tè, uno degli eventi più significativi durante i matrimoni cinesi. Essa comprende rituali molto formali sia da parte della sposa che dello sposo per mostrare rispetto alle loro famiglie. Il tè è simbolo di purezza, stabilità e fertilità: purezza perché rappesenta l'amore puro e nobile, stabilità sinonimo di amore fedele e fertilità un matrimonio con molti figli.

Altro cambio d'abito, dove la sposa ha indossato di nuovo il suo magnifico abito a sirena, e finalmente è iniziata la festa. Aperitivo e antipasti a buffet a bordo piscina e tra gli ulivi, tutto rigorosamente made in Tuscany così come il cibo: pappa al pomodoro, panzanella, pecorini e mieli, bruschette al lardo...

All'imbrunire gli sposi e gli invitati si sono spostati nella zona della cena dove tra una portata e l'altra ognuno ha letto e raccontato aneddoti commoventi e simpatici sulla coppia. Visto che la Toscana è stato il leit motiv di tutta la giornata come bomboniere gli sposi hanno scelto delle simpatiche bottigliette d'olio d'oliva.

Finalmente arriviamo al taglio torta, una deliziosa naked cake, semplice ma sfiziosa al profumo di limone decorata con rose e dalie... Dopodichè si è dato il la alle danze, con il primo ballo di Joanna e Ciaran da marito e moglie, reso ancor più suggestivo dal leccio secolare che si trova nel mezzo del cortile della villa, illuminati romanticamente da piccole boule in vetro con candele.

Credits

Fotografia: Facibeni Fotografia // Fiori: Elena Mainoldi Floral Designer // Wedding Planner: Glam Events // Cerimonia: Abbazia di San Galgano (Siena) // Ricevimento: Villa Podernovo, Monticiano (Siena)

Login to comment

Follow us on